venerdì 28 novembre 2014

L'Editoriale del Lunedì Di Pont Saint Martin Alternativa 1 Dicembre 2014 : SIVORI E I VIZI CHE CI MANCANO

L'Editoriale del Lunedì Di Pont Saint Martin Alternativa 1 Dicembre  2014 : SIVORI E I VIZI CHE CI MANCANO

L'Editoriale del Lunedì
Di
Pont Saint Martin Alternativa
1 Dicembre 2014

Sivori e i vizi che ci mancano

« Stravedevo per la cattiveria e la scaltrezza di Sivori: 
non si faceva mai picchiare da nessuno. Anzi, al massimo
 succedeva il contrario »
(Marcello Lippi)

IL ricordo parte da noi ragazzini,in un campetto di calcio,
che non vide mai un filo d'erba, ma pietre e polvere in quan=
tità.
Noi in campo con un pallone di plasticaccia infima,che quando
andava bene ,per prendere a calci,sostituiva una confezione di
conegrina o qualsiasi altro manufatto da indirizzare verso una
porta,che il piu' delle volte era disegnata malamente su un 
muro,ma che molto spesso i suoi pali, nella fantasia, andavano
da mucchio di cappotti all'altro.
Ma prima di iniziare la disfida calcistica con gli amici si do=
veva svolgere un rito,preciso ed immancabile:
Arrotolare i lunghi calzettoni,che coprivano le nostre bianche 
gambette,ancora non meritevoli di pantaloni lunghi,fino alle
scarpe formando una specie di turbante pedestre su quelle scarpac=
ce non certo da footbal.
Lo vedevamo fare ogni domenica dal nostro eroe prima di entrare in
campo:Sivori.

Omar Sivori per me e tantissimi altri bambini era un eroe Salgariano,
un monello della via Paal,il Robin Hood del calcio che rubava il pal=
lone ai poveri di gioco per darlo ai ricchi di spirito,di fantasia.
Un Che Guevara,prima che conoscessimo Che Guevara.
UN ribelle,come cominciavamo ad esserlo noi,che non scendeva in campo
solo per vincere,ma per sfogare i suoi umori e sfidare a singolar ten=
zone chiunque si fosse messo tra lui e la porta.
Chi non lo ha visto giocare nel periodo juventino ,non puo' neanche
immaginarsi cosa riuscisse a fare questo scugnizzo argentino ai suoi
colleghi.

Era l'unico calciatore che ti dribblava e poi tornava indietro e
ti scartava di nuovo,come un torero che mata il toro.Una volta lo vidi
scartare un intera difesa, con il suo dribbling impressionante,poi alla
fine il portiere e poi a porta vuota torno' indietro, riscarto' il portiere
si giro' e prese il palo.
Per queste ed altre leggende il pubblico lo adorava,per Agnelli era il suo
vizio,una droga da consumare ogni domenica,ma i calciatori invece lo odia=
vano,non ci stavano ad essere derisi e le sue gambe nude e senza protezione
erano la meta di calcioni ed interventi vendicativi crudelissimi.
Il suo nemico piu' grande fu Ferrini,il mitico difensore del Torino,che stufo
degli sfotto' artiscici di Sivori lo atterro' piu' volte ,facendo finire di=
verse volte l'azione di gioco, in una scazzottata a due negli spogliatoi del 
comunale di Torino,fino a poi trovarsi in Nazionale insieme e convogliare
all'unisono i loro calci e pugni verso gli avversari nel Mondiale in Cile.

Nella Nazionale Italiana Sivori era entrato grazie, non solo agli scudetti
vinti a grappolo nel periodo Juventino e il Pallone D'oro,ma per la
Legge sugli oriundi,che permetteva ai calciatori di origine italiana di
indossare la maglia Nazionale,anche se stranieri.
Lui,Angelillo e Maschio infatti erano di provenienza sudamericana ed erano
soprannominati gli Angeli Dalla Faccia Sporca insieme ad altri loro colleghi
figli del dopoguerra Peronista e delle politiche popolari di Evita.

Infatti tutte le navi colme di tonnellate di oro e preziosi ,che i nazisti
avevano rubato per decenni agli ebrei e altri popoli in europa,sbarcarono
nei porti amici argentini e una piccola parte di queste enormi ricchezze fini',
con ampia pubblicità,ai piccoli scugnizzi argentini,che mai avevano visto
un campo,delle maglie,delle scarpe da calcio,ma non avevano visto mai neanche
un dottore che li avesse visitati da quando erano nati.
E' chiaro che il suo ritorno in Sudamerica fu da eroe,con migliaia di persone
alla ricerca del suo autografo come fosse un Beatles.

Ma fino a che le cose andarono bene tutto filo' liscio,si andava al Santiago 
Bernabeu a battere con scioltezza il Real Madrid,oppure si diventava capocannonieri.
I problemi nacquero quando il suo spettacolare carattere,fondamentalmente
schivo ed irrequieto,comincio' a uscire in maniera rissosa e punitiva verso i 
colleghi che,umiliati dai suoi dribbling ,lo inseguivano per atterrarlo con tutti
i mezzi e riempire di sangue quei bianchi strinchi beffardi.
Piu' volte interruppe la corsa per tornare indietro a prendere a pugni chi lo
aveva offeso o gli aveva fatto un fallo.Il nostro eroe Salgariano fu uno dei
piu' espulsi e puniti della storia del calcio.Una volta Charles,il gigante buono
della Juventus e suo collega in attacco,lo fermo' con un ceffone prima che si
scagliasse contro un difensore avversario.
In un clima simile l'allenatore Herrera sali' al colle  Juventino e davanti a
Gianni Agnelli gli impose questa scelta eufonica:
"O io o lui!"
Gianni scese Heriberto,pentendosene per tutta la vita e Omar ando' a svernare
a Napoli facendo il pre Maradona,con altre glorie come Altafini e Canè.
Sivori poi mica era scemo.Con Agnelli aveva già fatto un contratto esclusivo
per piazzare centinaia di succursali Fiat in Argentina e Sudamerica e non fece
certo la fine di Montuori,altro grande vip calcistico di quegli anni,che fini'
povero e ridotto male nel sottosacala dello stadio di Firenze.
E Napoli per Sivori fu un triste hobby.Altri calci,altre risse,altre espulsioni,
altra arte tra Toto'e De Filippo,uno scugnizzo a casa sua,negli stessi anni di
Agostino O'Pazzo,l'imprendibile motociclista funambolo dei vicoli di Napoli e
i racconti di Marotta.

Ma cosa ci ha insegnato Sivori?..Cosa ci insegna Sivori?...
Nulla a chi non lo ha vissuto,troppi pochi filmati sbiaditi non possono dare
la realtà dei fatti,la diretta di ragazzini che imitano il loro eroe.
La loro prima ribellione,ai maestri elementari che picchiavano,ad un mondo che 
già allora era sempre piu' grigio,ad una vita da caserma senza alzare la testa.
Sivori ha acceso in tanti di noi l'avventuraverso la libertà.
La stessa avventura che vorremmo ancora adesso nei partiti annientati dalla
mancanza di coraggio,da strette di mano che non valgono piu' niente,da una se=
rie di delatori leccaculi che comandano il nostro paese.
La pura ribellione,dove neanche le opinioni sono rispettate e l'impalpabile
vigliacca censura mette a silenzio tutto.
Queste storie nascono sempre dalla povertà e adesso che siamo di nuovo nella
povertà dobbiamo crearci nuove storie,nuovi Robin Hood...nuovi Sivori.


danilo jans

L'Editoriale del Lunedì
Di
Pont Saint Martin Alternativa
1 Dicembre 2014

In esclusiva per PONT SAINT MARTIN ALTERNATIVA
In Collaborazione con GLI AMICI DEL TETRO Di PONT SAINT MARTIN
Vietata la duplicazione o qualsiasi uso senza autorizzazione

lunedì 24 novembre 2014

LA VIGNETTA DEL 24 Novembre 2014 : GRILLO,NODI AL PETTINE IN UN PARTITO PADRONALE

LA VIGNETTA DEL 24 Novembre 2014 : GRILLO,NODI AL PETTINE IN UN PARTITO PADRONALE

In esclusiva per PONT SAINT MARTIN ALTERNATIVA
In Collaborazione con GLI AMICI DEL TETRO Di PONT SAINT MARTIN
Vietata la duplicazione o qualsiasi uso senza autorizzazione

ALTRI BLOG DI DANILO JANS

sabato 22 novembre 2014

L'Editoriale del Lunedì Di Pont Saint Martin Alternativa 10 Novembre 2014 : 34 POLITICI 34 LA NOSTRA POSIZIONE SUI POLITICI INDAGATI

L'Editoriale del Lunedì Di Pont Saint Martin Alternativa 10 Novembre 2014 : 34 POLITICI 34 LA NOSTRA POSIZIONE SUI POLITICI INDAGATI

L'Editoriale del Lunedì
Di
Pont Saint Martin Alternativa
24 Novembre 2014

34 POLITICI 34

Una volta per aumentare l'impatto di un manifesto pubblicitario
di uno spettacolo scollaccciato,invece di 12 ballerine  si 
scriveva 24 gambe 24.
Qui in Valle D'Aosta,per lo scandalo Spese Irregolari,c'è poco
da aumentare.
34 Politici sono stati definitivamente indagati dalla Signora
Mineccia,un Procuratore Capo che sembra un innocua lady inglese,
ma che è decisa e forte come pochi.
Un colpo di scena che l'incestuosa politica valdostana,fatta di
pacche sulle spalle,scambi di favori trasversali,aiuti loschi,
indagini affossate,flirt con i media e liste di prescrizione,non
si aspettava.
Questa Regione da Operetta,da Paese dei campanelli,ha avuto un
duro colpo,che potrebbe aggravarsi a infarto mortale per tutti,
se verrà attivata la legge Severino che toglierà dalla politica
molti rappresentanti di questo assurdo Consiglio Regionale e
sperabilmente porterà a nuove elezioni al piu' presto.
Convinto che qualche politico abbia anche agito nel bene di una
vecchia logica politica di reciproco aiuto,resta la vergogna al
momento di non aver assistito a nessun passo indietro di questi
Signori e Signore,forse perchè la Signora Mineccia ha parlato in 
Italiano e qualcuno/a capisce solo il francese?.
Rapportandomi con amici comuni,c'è poco da stare allegri a questo
punto.
Si spera adesso in una vera revisione democratica almeno dei Parti=
ti progressisti o di sinistra.Un apertura e un interagire tra tutti
i movimenti e opinionisti Valdostani,fino ad adesso emarginati o
censurati per anni da qualsiasi intervento politico,assecondati
da un informazione censorea e asservita al potere che adesso di
fronte a questi ultimi fatti balbetta e cerca ancora di difendere
i loro assistiti.
Solo la legge Severino puo' toglierci dai piedi certe Consigliere
elette a vita,grazie a voti certi e foschi.
Da sempre mi batto e ci battiamo per una politica senza macchie,pu=
lita,condivisibile con tutti,aperta verso il mondo e non ingobbita
tra le nostre montagne.Una politica contro gli sprechi milionari
con aiuti alla popolazione tutta e non solo ai tesserati e agli ami=
ci.Una politica non massone e mafiosa che indaghi sulle malefatte
invece di nasconderle.Una informazione libera e critica,per la prima
volta,non asservita ai potenti,senza aspettare articoli coraggiosi
dall'Italia e che tolga le censure che adotta da anni verso quei
cittadini valdostani rei soltanto di non essere d'accordo verso que=
sto modo di fare politico arrivato finalmente alla resa del Titanic.
Questo e tante altre cose speriamo.
Aprite queste sedi,lasciate a casa i telefonini e ascoltate la gente,
farete meno affari ,ma finalmente capirete cosa vuol dire fare politica,
non per voi,,,ma per gli altri.

danilo jans

L'Editoriale del Lunedì
Di
Pont Saint Martin Alternativa
24' Novembre 2014


In esclusiva per PONT SAINT MARTIN ALTERNATIVA
In Collaborazione con GLI AMICI DEL TETRO Di PONT SAINT MARTIN
Vietata la duplicazione o qualsiasi uso senza autorizzazione


LIVE IN ITALY
http://blogliveitaly.blogspot.it/
CROSBY STILLS NASH & YOUNG ITALY
http://csnyitaly.blogspot.it/
EARLY SANTANA ITALY
HELABERARDA
MONDO POPOLARE

giovedì 20 novembre 2014

SUPER LINKS From HELABERARDA PRODUCTION

CANDID CAMERA IN THE WORLD
http://helaberarda.blogspot.it/2014/08/candid-camera-in-world.html

'
The COMPLETE BELA SESSION 4 - GALLERY TRATTA DAI PROVINI SU PELLICOLA 1998 Quarta Parte Di Danilo Jans
http://helaberarda.blogspot.it/2014/08/the-complete-bela-session-4-gallery.htmlTh









ELENA DEL MONACO - COMPLETE SESSION FOTOGRAFICA TRATTA DAI PROVINI SU PELLICOLA SEXPO MILANO 2001 Seconda Parte Di Danilo Jans
http://helaberarda.blogspot.it/2014/08/elena-del-monaco-complete-session.html



MEGAPOST DEVO
Including
DIMENSIONE DEVO Di William Donati
DEVO ABITANTI DI AKRON... Di Federico Ballanti
ARE WE NOT READY? Di Jon Savage
RECENSIONE PRIMO DISCO Di Peppe Videtti
http://helaberarda.blogspot.it/2014/02/megapost-devo.html
BANGLA PAKI 'N' DIA
http://helaberarda.blogspot.it/2014/02/bangla-paki-n-dia.html 













 1964 : L'ASTRONAUTA DEL CUMBERLAND Di Giorgio Di Bernardo
http://helaberarda.blogspot.it/2012/11/lastronauta-del-cumberland-di-giorgio.html
TRIBUTO A MARILYN MONROE : Interventi di DARIO BELLEZZA,NORMAN MAILER,ISA ANTONELLI,ALBERTO MORAVIA,DONATA KALLIANY,ITALO MOSCATI,SIMONE SIGNORET,MAURO MARCHESINI,TRUMAN CAPOTE..


CHESTERFIELD KINGS - COMPLETE SESSION FOTOGRAFICA TRATTA DAI PROVINI SU PELLICOLA DAL VIVO AL BABYLONIA DI PONDERANO BIELLA ITALY 15 Aprile 1995 Prima Parte Di Danilo JansDanilo 

http://helaberarda.blogspot.it/2013/08/the-chesterfield-king-Icomplete-session.html








1952 : ROBERT DOISNEAU AL CONCERT MAYOL DI PARIG
http://helaberarda.blogspot.it/2014/01/1952-robert-doisneau-al-concert-mayol.html






MEGAPOST ROXY MUSIC With BRIAN ENO
http://helaberarda.blogspot.it/2014/02/megapost-roxy-music-with-brian-eno.html
MARIO DE BIASI Di Alberto Piovani + Bonus
http://helaberarda.blogspot.it/2014/01/mario-de-biasi-di-alberto-piovani-bonus.html
8 1/2 Di Paul Ronald
http://mondopopolare.blogspot.it/2014/01/8-12-di-paul-ronald.html?zx=acebb9e2b6a2c835
CASALINGHE , MATURE E IRRIDUCIBILI / 23
http://helaberarda.blogspot.it/2014/01/casalinghe-mature-e-irriducibili-23.html
LOVE : IL VICOLO CIECO DELLA LEGGENDA Di Michael Pergolani e Giancarlo Messora
http://helaberarda.blogspot.it/2014/01/love-il-vicolo-cieco-della-leggenda-di.html
BETTY "BLUE EYES" HOWARD : CHICAGO NIGHTCLUB 1952
http://helaberarda.blogspot.it/2014/01/betty-blue-eyes-howard-chicago.html
The GROUNDHOGS - COMPLETE SESSION FOTOGRAFICA TRATTA DAI PROVINI SU PELLICOLA DAL VIVO AL FOLK CLUB TORINO ITALY 1994 Seconda Parte Di Danilo Jans
http://helaberarda.blogspot.it/2014/01/the-groundhogs-complete-session.html
OCCHI FELINI DALLE STELLE : I CASI RIZZI e CANDAU Di Gianfranco Degli Esposti
http://helaberarda.blogspot.it/2014/01/occhi-felini-dalle-stelle-i-casi-rizzi.html

LINDA LOVELACE E' GOLA PROFONDA : L'ORGASMO CLITORIDEO SCONVOLGE IL MONDO Di Francesco Warbear Macarone Palmieri + Bonus
http://helaberarda.blogspot.it/2014/01/linda-lovelace-e-gola-profonda-lorgasmo.html
ROLLING STONES/EXILE ON MAIN STREET : THE ARISTOCATS Di Sylvie Simmons,Paul Du Noyer,Lois Wilson,Dominique Tarlé,Jim Marshall
http://helaberarda.blogspot.it/2013/12/rolling-stonesecile-on-main-street.html
CINEMA ITALIANO : SOTTO SOTTO SI RIDE Di Diego Mormorio
http://helaberarda.blogspot.it/2013/12/cinema-italiano-sotto-sotto-si-ride-di.html
2014 MOTELS : DIECI DONNE ANONIME E SENZA VOLTO
http://helaberarda.blogspot.it/2013/12/2014-motels-dieci-donne-anonime-e-senza_24.html
15 SETTEMBRE 1973 IL CONCERTO DI CRYSTAL PALACE : CON LOU REED,BECK BOGERT & APPICE,JAMES TAYLOR,BACK DOOR,TONY JOE WHITE Ecc.Di Michael Pergolani + Bonus
http://helaberarda.blogspot.it/2013/12/15-settembre-1973-il-concerto-di.html
INCONTRI RAVVICINATI IN ITALIA / STORIE DI QUOTIDIANA ALIENITA' Di Sveva Stallone e Riccardo Mazzoni
http://helaberarda.blogspot.it/2013/12/incontri-ravvicinati-in-italia-storie.html
MARINA FRAJESE alias MARINA LOTAR alias MARINA HELDMAN
http://helaberarda.blogspot.it/2013/12/marina-frajese-alias-marina-lotar-alias.html
BB KING - COMPLETE SESSION FOTOGRAFICA TRATTA DAI PROVINI SU PELLICOLA DAL VIVO AL JVC FESTIVAL PIAZZA SAN CARLO TORINO ITALY 1995 Seconda Parte Di Danilo Jans
http://helaberarda.blogspot.it/2013/12/bb-king-complete-session-fotografica.html
PAUL KORUNA Di Yves Aubry
http://helaberarda.blogspot.it/2013/12/paul-koruna-di-yves-aubry.html
THAILANDIA DI NOTTE
http://helaberarda.blogspot.it/2013/12/thailandia-di-notte.html
EDIE SEDGWICK E LA FACTORY Di Jean Stein
http://helaberarda.blogspot.it/2013/12/edie-sedgwick-e-la-factory-di-jean-stein.html
RAI TV ANNI 60 : AL BAR DI VIA TEULADA E DINTORNI Di Federico Garolla
http://helaberarda.blogspot.it/2013/12/al-bar-di-via-teulada-e-dintorni-di.html
DAL MEXICO : CONCHITA "Chica" GUAPA
http://helaberarda.blogspot.it/2013/09/dal-mexico-conchita-guapa.html
LO SPOGLIARELLO DI AXEL - Milano 2001 Foto di Danilo Jans SECONDA PARTE
http://helaberarda.blogspot.it/2012/07/lo-spogliarello-di-axel-milano-2001_06.html
IL CONCERTO A WEMBLEY DEL 14 SETTEMBRE 1974 Con CROSBY STILLS NASH & YOUNG,JONI MITCHELL,THE BAND,TOM SCOTT,JESSE COLIN YOUNG Di Marco Fumagalli + AUDIO e VIDEO
http://helaberarda.blogspot.it/2013/12/il-concerto-wembley-del-14-settembre.html
 16 SETTEMBRE 1994 : SETTANTADUE BAMBINII A HARARE ASSISTONO ALL'ATTERRAGGIO DI UN UFO E IL SUO EQUIPAGGIO DAVANTI ALLA LORO SCUOLA - VISITA ALL'ARIEL COLLEGE Di Michael Hesemann 
http://mondopopolare.blogspot.it/2013/06/16-settembre-1994-settantadue-bambinii.html?zx=e8d6335bb9221e16
LA NATURA DI BUNNIE BROOK
http://helaberarda.blogspot.it/2013/12/la-natura-di-bunnie-brook.html
PIERLUIGI PRATURLON DETTO PIERLUIGI : DALLA DOLCE VITA IN SU Di Diego Mormorio
http://helaberarda.blogspot.it/2013/11/pierluigi-praturlon-detto-pierluigi-di.html
SALMA HAYEK IN DAL TRAMONTO ALL'ALBA
http://helaberarda.blogspot.it/2013/11/salma-hayek-in-dal-tramonto-allalba.html
IL MANOSCRITTO VOYNICH Di Roberto La Paglia
http://mondopopolare.blogspot.it/2013/11/il-manoscritto-voynich-di-roberto-la.html
MONDO CANE HELABERARDA : VIAGGIO NELLE MIGLIORI/PEGGIORI NOTTI DEL MONDO! Di DJ / 8a PARTE
http://helaberarda.blogspot.it/2014/09/mondo-cane-helaberarda-viaggio-nelle.html
The COMPLETE LORENA SESSION  - GALLERY TRATTA DAI PROVINI SU PELLICOLA 1994 Prima Parte  Di Danilo Jans
http://helaberarda.blogspot.it/2014/09/the-complete-lorena-session-gallery.html
DANILO JANS ART
http://danilojansart.blogspot.it/

domenica 16 novembre 2014

L'Editoriale del Lunedì Di Pont Saint Martin Alternativa 17 Novembre 2014 : UN MIO RICORDO DI VITTORIO

L'Editoriale del Lunedì Di Pont Saint Martin Alternativa 17 Novembre 2014 : UN MIO RICORDO DI VITTORIO


In esclusiva per PONT SAINT MARTIN ALTERNATIVA
In Collaborazione con GLI AMICI DEL TETRO Di PONT SAINT MARTIN
Vietata la duplicazione o qualsiasi uso senza autorizzazione

L'Editoriale del Lunedì
Di
Pont Saint Martin Alternativa
17 Novembre 2014

Un mio ricordo di Vittorio

Primi anni 60.
Un automobile familiare,color azzurrino,arranca con notevole
difficolta' verso un paesino toscano a malapena segnalato
dalle cartine autostradali ,ancora appartenenti al periodo fasci=
sta.La strada è sterrata e il passaggio dell'automobile alza
una nebbia polverosa che resisterà nella zona molti minuti.
Io sono seduto nel portapacchi,mentre il resto dell'auto è di=
viso tra zie,zii,genitori,nonni e altri bambini sparsi e vocianti.
Tra il rumore dell'auto e le pietre che battono sulla lamiera.
Capisco a tratti la conversazione dei grandi,ma ad un certo pun=
to dal mucchio esce questa frase:
"Il neoralismo?..tutte cretinate..i film piu' brutti che ho vis=
to sono stati Umberto D e Miracolo a Milano!"
Segue confuso dibattito,interrotto solamente dallo spruzzo dell'
acqua ,che dato il caldo torrido,fuoriesce come un geyser dal ra=
diatore,e il blocco della macchina per lunghe ore. Ci saranno poi
riparazioni fantasiose,ma in futuro efficaci.
Mentre da solo seguo il conciliabolo parentale davanti al radia=
tore ho un pensiero fisso nella mente:
"Devo assolutamente vedere Umberto D e Miracolo a Milano!"

Li vidi anni dopo..piu' grandicello e mentre Miracolo a Milano è
un bellissimo film,Umberto d è addirittura un capolavoro assoluto..
uno di quei capolavori che entrano nel tuo DNA,uno dei pochi film
che riescono a farlo..posso ricordare L'Angelo Sterminatore di 
Bunuel,come altro esempio....
Umberto D riesce a prendere i tuoi sentimenti,li apre e te li fà
vedere senza pietà..ma con un lieve sorriso finale...
Mi piace piazzare i miei ricordi sparsi su questo film..lo rivedo
poco perchè regolarmente piango...
Che bello pero' il protagonista,questo pensionato del ministero che
con poche lire cerca di sopravvivere alla vita e allo sfratto con
una dignità rara, che pero' dovrebbe essere comune.
Carlo Battisti è il protagonista.Vittorio lo sceglie in un provino,
dove lui per l'emozione si presenta con due cravatte.De Sica odiava
prendere attori professionisti,diceva:
"IO non posso fare un film con un attore conosciuto.Poi il pubblico
penserebbe,,sì,adesso quello piange è disperato,poi pero' va a casa
ha la villa i camerieri,i soldi,,,non sarebbe credibile"
E infatti Vittorio prese nel suo periodo Neorealista,tutti attori
dalla strada,senza esperienze e conoscenze cinematografiche.
Umnerto D rappresenta il disastro dei sentimenti,di tutti i pro=
tagonisti del film...il crollo della pietà verso il pensionato,i
ricchi signori che lo sfrattano,la gente in ospedale...
Ricordo una frase per me stupenda.La servetta guarda fuori dalla fi=
nestra cercando il fidanzato militare e dice al Professore che è
incinta....Lui scuotendo il capo risponde:
"Certe cose succedono anche perchè non si sà la matematica!.
Forse il piccolo cane Flaik gira ancora dalle parti della ferrovia.


Le persone come Vittorio entrano per forza in famiglia.Diventano pa=
renti.Fac Simili dei nostri nonni usciti dalla guerra...con la camicia
bianca,le mani vissute e le unghie spesse con le dita ingiallite dalle
sigarette..in un sorriso eterno anche quando non vorrebbero ridere.
La capacità che ho sempre ammirato in De Sica è la battuta pronta scat=
tante,lui conosceva anche la risposta cinica,che ti zittiva,cattiva,
ma non l'ha mai usata..se l'è tenuta sempre dentro perchè conosceva
gli italiani,quello che avevano passato e li capiva...per questo era
buono e faceva sempre ruoli da buono,,,cosa invece che non fa il fi=
glio Christian,usando molto il cinismo..ma il mondo è diverso .
Vittorio non amava le donne,,,amava la femmina,con la F maiuscola.Sia
lui che Zavattini ,fino al momento della morte ,impazzirono per il culo 
di un infermiera o il corpo di una quarantenne che puliva i pavimenti.
Erano lontani dalla mentalità dell'attrice e una delle foto piu' bel=
le di De Sica è quando davanti ad una prostituta bella grassa in un 
bordello,sorride con la sigaretta rigorosamente a lato.
De sica è stato l'ultimo dei gentiluomini,specialmente con le due mo=
gli,che insieme alle famiglie divideva senza mai lasciar trasparire
la sofferenza di doppi regali,doppi pranzi e cene di natale,ecc...
Ci furono ai tempi commenti sfavorevoli,Andreotti gioco' questa carta
per interrompere il filone neorealista una volta per tutte,il partito
comunista,sempre stato asessuato ,cancello' parzialmente De Sica dai
suoi progetti,stessa cosa fece in modo vigliacco con Pasolini e Vis=
conti,eroe della Resistenza, ma di doppia inclinazione sessuale.
In pratica in quegli anni solo Togliatti poteva fare quello che vole=
va sessualmente,gli altri no ed erano emarginati.

Se devo pensare ad un Comunista perfetto,penso a Vittorio.Non certo
a certe icone che ci hanno imposto,in realtà solo arrivisti e cartine
tornasole per il partito e se stessi.

Citare un film o un momento professionale di De Sica è impossibile per=
cio'annoterò in modo sparso qualche suo regalo:

Nel 1952 interpreto' e produsse disastrosamente BUONGIORNO ELEFANTE,
un gioiellino di tenerezza e amore non solo verso questo animale che
si porta a casa,ma verso una visione del mondo piu' buona e umana.
Sempre nel 1952,fà una memorabile comparsata in un film di Blasetti,
esprimendo il famoso monologo avvocatizio IL PROCESSO DI FRINE,forse
il primo elogio della maggiorata,qui interpretata da Gina Lollobrigida.
In PANE AMORE E FANTASIA,vediamo veramente la ruralità italiana del
dopo guerra,Il De Sica gigione assieme a  una potenza fresca e col sorriso
verso il futuro di una Lollobrigida, che per tutto il film cammina e
corre scalza tra le pietre.
In MIO FIGLIO NERONE si trova a recitare Seneca in mezzo a giornate
intere di litigi tra Steno,Sordi,Anita Ekberg,Brigitte Bardot e
nientepopòdimeno che Gloria Swanson...curiosissimo...
Nel 1957 recita in SOUVENIR D'ITALIA,uno dei primi film di Pietrangeli
morto troppo presto...
IL CONTE MAX dello stesso anno,rifacimento del SIGNOR MAX,lo vede in=
segnare a Sordi i segreti dell'alta società,pur essendo mal messo
finanziariamente.
Nel 1959 cerca di accasare la figlia Franca Valeri a Sordi ne IL MORA=
LISTA,satira perfetta su un ottuso censore,forse Andreotti,che poi ver=
ra' trovato con le mani nella marmellata.
Con Rossellini interpreta IL GENERALE DELLA ROVERE,spietato doppiogio=
chista ai tempi dell'invasione tedesca,che si riscatterà nel finale.
Molto drammatico ancora adesso.
Nel famoso IL VIGILE Zampa fotocopia a commedia un episodio successo
poco tempo prima del film a Roma.A parte Sordi,De Sica è leggendario
nella parte del sindaco.Basilare.
Con i BAMBINI CI GUARDANO,Vittorio nel 43 mette già in chiaro che in
futuro i sentimenti non correranno piu' attraverso i fili dei telefo=
ni bianchi,ma passeranno anche attraverso gli occhi dei bambini,ana=
lizzando le loro visioni e quelle popolari.
E infatti nel 47 gira SCIUSCIA',primo premio oscar,che lancerà defini=
tivamente il Neorealismo nel mondo,facendo cambiare il modo di far ci=
nama anche ad Hollywood e in Giappone.
Ancora attori dalla strada e altro oscar per LADRI DI BICICLETTE,il
trionfo dell'angoscia e dei rapporti umani.Lezione massima anche nella
regìa e la scelta dei luoghi del racconto.
In MIRACOLO A MILANO ha quasi piu' peso Zavattini che Vittorio.Girato
alla stazione di Lambrate vede l'utilizzo di effetti speciali,in anni
dove i film raccontano di lussi e sfarzi,DE Sica gira in mezzo ai bar=
boni e la frase finale scritta nel cielo dice tutto:
Sogno un mondo dove Buongiorno voglia dire Buongiorno.
Il primo grande successo comico di Alberto Sordi è MAMMA MIA CHE IMPRES=
SIONE!del 1951 attribuito a Roberto Savarese,ma di fatto girato da De 
Sica.Surreale film comico su un rimbambito molestatore che urla con=
tinuamente "Signorina Margheritaaaaaa.."Rondi lo stronca,il pubblico
negli anni lo rivaluta.
Nell'ORO DI NAPOLI,De Sica cerco' a lungo un attore per napoli,capace
di interpretare il giocatore incallito che perde sempre a carte con
il ragazzino,ma il rifiuto di un suo amico avvocato lo porto' ad inter=
pretare lui stesso Il Conte Prospero,regalandoci un interpretazione fantastica.
Un altro oscar con LA CIOCIARA.Terribile storia ambientata nelle sue zo=
ne natali sulle violenze marocchine durante la liberazione.
Con BOCCACCIO 70 riporta la Loren verso l'interpretazione piu' popolare
e sexy,poi ampliata in IERI OGGI DOMANI,anche se l'oscar l'avrei dato
ad UMBERTO D.
IL BOOM è un altro film sottovalutato di Vittorio.Sordi vende il suo
occhio ad un riccone per soldi.Attualissimo tema anche oggi.Zavattini e
De Sica ci vanno giu' pesante pur restando in una commedia perfetta.
Nel 64 esce MATRIMONIO ALL'ITALIANA,dalla famosissima commedia di De Fi=
lippo.ancora la coppia Mastrianni-Loren nel mondo.
La scena finale de IL GIARDINO DEI FINZI CONTINI è indimenticabile nel
suo orrore sottolineando il punto in cui eravamo arrivati.Il giardino
non esiste la gente sì.Oscar nel mondo e impegno a non dimenticare.
Nel 72 con LO CHIAMEREMO ANDREA Vittorio tocca anche l'ecologia e
gli invivibili rapporti in una coppia con un bambino.
Prima di morire gira ancora IL VIAGGIO,commovente film d'amore puro con
la Loren e Richard Burton.DA rivalutare senz'altro.

Centinaia di altri film dovrebbero essere trattati e mai si arriverebbe
ad un giusto elogio verso De Sica.Ho tralasciato quasi tutti i film
del ventennio,ma non voglio tralasciare un ultimo commento sul suo tanto
citato vizio per il gioco che lo porterà a diversi declini economici.
Bè,in un certo senso bisogna anche ringraziare cinicamente questo vizio,
perchè se non l'avesse avuto il cinema italiano avrebbe perso centinaia 
di sue geniali interpretazioni e camei,ancora oggi da riscoprire.

Vittorio De Sica era tutto...come Fellini fu preso a sberle in italia
per i suoi film e all'estero premiato e copiato,,,non credo volesse
morire....ma la stanchezza,per la prima volta,ebbe ragione di lui.

danilo jans

L'Editoriale del Lunedì
Di
Pont Saint Martin Alternativa
17' Novembre 2014